Autoimpiego

03
Febbraio

Autoimpiego

Risorsa per l'Autoimpiego |  Al via Boost Your Tech per le tecnologie del settore materiali

03 Febbraio 2019

Sei un ricercatore che ha messo a punto una tecnologia innovativa nel settore dei materiali di cui detieni i diritti di invenzione, ma che non è ancora sufficientemente matura?

Boost Your Tech è l’iniziativa sperimentale promossa da IMAST per il consolidamento dei risultati della ricerca nel settore dei materiali: una modalità innovativa che avvicina i ritrovati tecnologici alla fase d’industrializzazione e produzione attraverso un percorso di sviluppo condiviso tra innovatori, grandi aziende e fondi di investimento.

La call seleziona tecnologie relative ai materiali con un livello di maturità iniziale, espresso secondo la scala del TRL (Technology Readiness Level), compreso tra 4 e 6, e non sottoposte a vincoli reali o contrattuali a favore di terze parti, che possano generare prodotti e processi innovativi
Da un lato quindi l'iniziativa vuole supportare i risultati di ricerca per migliorarne il livello di accettabilità sul mercato attraverso una serie di azioni di verifica e validazione tecnica ed economica, dall'altro intende favorire lo scouting tecnologico da parte di grandi aziende, facilitando quindi i processi di trasferimento tecnologico.

Partner dell'iniziativa sono infatti i soci industriali di IMAST Avio SpA, Dompé SpA, Cetena SpA (gruppo Fincantieri), Centro Ricerche Fiat e FCA, Cytec Process Materials Srl (gruppo Solvay), Leonardo SpA, STMicroelectronics srl e i fondi di finanziamento Innogest SGR, Progress Tech Transfer e Invitalia Ventures: tutti soggetti di primaria rilevanza che apporteranno a Boost Your Tech un contributo finanziario e/o in natura, offrendo servizi e risorse (laboratori, impianti, competenze, ecc.) alle proposte che saranno selezionate.

Le domande saranno valutate con cadenza trimestrale, in base all’ordine cronologico di presentazione, fino a permanere disponibilità da parte dei partner dell’iniziativa.
La prima deadline è il 31 marzo 2019.